Argia Savelli ha raccontato a “Il cielo di Siena in una stanza” la sua giovinezza nell’immediato dopoguerra, la scelta di aprire un negozio nel 1950 e la sua vita di mamma e commerciante

91 anni: nonna e lavoratrice si può! A “Il cielo di Siena in una stanza”, andato in onda in diretta ieri sera alle 21 su Gazzetta di Siena, i segreti di Argia Savelli.

Questa brillante signora, voce e presenza storica di Campiglia D’ Orcia, in Comune di Castiglione D’Orcia, ha raccontato la sua giovinezza nell’immediato dopoguerra, la scelta di aprire un negozio nel 1950 e la sua vita di mamma e commerciante.

Le difficoltà, la perdita del marito, l’affetto dei concittadini: tutto in 91 anni di vita riassunti in 25 minuti di dialogo e sorrisi.

Collegati con Argia Savelli, il sindaco Claudio Galletti, il medico curante della nostra protagonista Marcello Sbrilli e il presidente della locale ProLoco Francesco Giubbilei. In questo modo la vicenda umana della nonna è diventata racconto di una comunità, di un territorio tutto da scoprire.

“Il cielo di Siena in una stanza” torna domenica prossima alle 21 con un’altra storia di vita, di sogni e di poesia.

La redazione esprime a Silvia, nipote di Argia, i suoi rigraziamenti.

Giornalista ed operatore della comunicazione nel pubblico impiego. Vive a Siena città che vede crescere i suoi figli. Adora il calcio anche se lo pratica più con la penna che con la palla.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui